L’azione teatrale e musicale intitolata “Tramandare” ha mostrato come l’essere umano, nel tempo, ha inseguito l’infinità della propria esistenza, attraverso le testimonianze letterarie più svariate. Mediante le tappe di esperienza-coscienza-trasmissione, una sorta di declinazione della triade tesi (vita) – antitesi (morte) – sintesi (lascito), lo spettatore è stato coinvolto con letture, musiche e canzoni volte a mostrare quanto il tramandare sia, ad oggi, il più efficace modo di sconfiggere la morte che l’uomo abbia saputo escogitare.

In scena, l’attrice, autrice e regista Franca Tragni, l’attore teatrale Massimiliano Sozzi e il cantautore e polistrumentista Rocco Rosignoli.

 

About the Author
Maria Angela Gelati, storica, tanatologa e blogger de Il Fatto Quotidiano. Si occupa da oltre vent’anni di ricerca e sviluppo della tanatologia e da circa dieci di Death Education. Come docente collabora al Master Death Studies and the End of Life (Università degli Studi di Padova) e alla formazione professionale in ambito funerario, sanitario e scolastico. Tra le sue pubblicazioni: L'albero della vita (Mursia, 2015); Ci sono cose che (Diritto d’Autore, 2012); Scritture per un addio (Il Ponte Vecchio, 2008); All’ombra dei dolenti. Guida alla ritualità commemorativa fra tradizione e modernità (CSO, 2004).

Leave a Reply

*

captcha *