Spesso oggetto di scherno e dileggio la scena musicale italiana è anche lo scrigno che racchiude centinaia di avventure nell’ambito della ricerca sonora e della sperimentazione. Il libro Solchi Sperimentali Italia di Antonello Cresti (saggista, compositore e giornalista) tenta di riannodare tutti questi fili nascosti per offrire la giusta visibilità ad un panorama creativo di altissimo livello; un viaggio che inizia a metà degli anni sessanta e che arriva ai giorni nostri, dopo aver attraversato le zone più varie, dal progressive, alla musica etnica, dal R.I.O., all’ambient, passando per l’industrial, la no wave, sino ad arrivare al black metal e alla elettronica isolazionista. Solchi Sperimentali Italia è impreziosito da circa 170 interviste e contributi esclusivi, a dare al libro una inusuale, ammirevole, qualità dialogica.

Il volume è stato presentato alla Libreria Feltrinelli alla presenza dell’autore, insieme a Davide Gonzaga e Francesco Monaco.

Le immagini in evidenza sono di Mary Corradi

About the Author
Maria Angela Gelati, storica, tanatologa e blogger de Il Fatto Quotidiano. Si occupa da oltre vent’anni di ricerca e sviluppo della tanatologia e da circa dieci di Death Education. Come docente collabora al Master Death Studies and the End of Life (Università degli Studi di Padova) e alla formazione professionale in ambito funerario, sanitario e scolastico. Tra le sue pubblicazioni: L'albero della vita (Mursia, 2015); Ci sono cose che (Diritto d’Autore, 2012); Scritture per un addio (Il Ponte Vecchio, 2008); All’ombra dei dolenti. Guida alla ritualità commemorativa fra tradizione e modernità (CSO, 2004).

Leave a Reply

*

captcha *