Al calare delle tenebre, il crepuscolo ha favorito il convivio e abbiamo banchettato allegramente al Circolo di Lettura e Conversazione. La terza edizione del Gala Vittoriano si è svolto ancora una volta tra la magnificenza di quelle sale; le luci soffuse, l’arredo, i semplici particolari sono stati motivo indiscutibile di una serata  piena di sorprese: tra performance misteriose e sorprendenti happening musicali, è tornato il tempo, anche per danzare. A regnare sovrana l’atmosfera, in grado di trasportare i presenti in quel tempo infinito, sospeso tra l’essere e il non essere, in cui spiriti provenienti da epoche lontane, evocati da letture e sonetti d’altri tempi, si sono riconosciuti e dunque ritrovati. Nessun timore ne paura, oltre il rintocco, tra sorprendenti scenografie e sovrane atmosfere, è giunta l’aurora, per un nuovo giorno. Curatrici dell’evento sono state Alessandra Casiraghi e Arianna Vilya, fondatrici della associazione Old Souls.

 

SABATO 24 OTTOBRE 2015

Anteprima della Rassegna Il Rumore del Lutto, IX edizione

Ore 18.30       Circolo di Lettura e Conversazione (Via Melloni, 4)

REMINISCENCES.  TO BE OR NOT TO BE

Gala vittoriano a cura di Alessandra Casiraghi e Arianna Vilya

Con Clara Armani e le danzatrici di Level Spazio Danza, Mind for Music e i musicisti del Liceo Bertolucci, Adriano Engelbrecht, Mathias Mocci, Aldo Piazza, Michele Pinto, Marco Pipitone, Camilla Sarzi, Tommaso Tagliabue,  Franca Tragni e le attrici di ZonaFranca Parma

In collaborazione con Associazione Old Souls, Casa musicale Varese, Danzificio Petrecca, Fare Bis Fare, Pozzi Associati Luce

About the Author
Maria Angela Gelati, storica, tanatologa e blogger de Il Fatto Quotidiano. Si occupa da oltre vent’anni di ricerca e sviluppo della tanatologia e da circa dieci di Death Education. Come docente collabora al Master Death Studies and the End of Life (Università degli Studi di Padova) e alla formazione professionale in ambito funerario, sanitario e scolastico. Tra le sue pubblicazioni: L'albero della vita (Mursia, 2015); Ci sono cose che (Diritto d’Autore, 2012); Scritture per un addio (Il Ponte Vecchio, 2008); All’ombra dei dolenti. Guida alla ritualità commemorativa fra tradizione e modernità (CSO, 2004).

Leave a Reply

*

captcha *