23275479_1693088084098079_1004064112970376094_oIl gruppo alternative rock norvegese, Motorpsycho, ha chiuso come meglio non si potrebbe, l’undicesima edizione della Rassegna con un concerto indimenticabile per i fan giunti da tutta Europa.

Formatosi nel 1989 a Trondheim il nucleo della formazione è composto da Bent Sæther (voce, basso, chitarra, autore della maggior parte dei brani) e Hans Magnus “Snah” Ryan (chitarra e voce) a cui inizialmente si aggiunse il batterista Kiell Runar “Killer” Jenssen poi sostituito da Hâkon Gebhardt (batteria, banjo e chitarra).

Nel corso degli anni diversi musicisti si sono avvicendati sul palco e soprattutto in studio come membri aggiuntivi della band. Il gruppo vanta una certa prolificità, come dimostra la messe di EP prodotti nel corso degli anni, e un notevole eclettismo musicale.

About the Author
Marco Pipitone, fotografo presso il laboratorio fotografico del Centro Studi e Archivio della Comunicazione di Parma. Lavora come Dee Jay nei circuiti alternativi italiani: dal Fuori Orario di Reggio Emilia all’Estragon di Bologna. Da diversi anni è giornalista pubblicista e si occupa nello specifico del mondo musicale. Attualmente collabora con Gazzetta di Parma e Il Fatto Quotidiano per il quale cura un blog da lui ideato: “9 canzoni 9 … di Marco Pipitone”.

Leave a Reply

*

captcha *