Il 22 novembre 1997 Michael Hutchence, leader degli INXS, fu trovato morto in una stanza d’albergo. Lo trovarono col collo stretto in una cintura che pendeva dalla maniglia della porta della camera 524 dell’albergo Ritz Carlton di Sydney. Il verdetto del medico legale non lasciò adito a nessun fraintendimento, fu suicidio. Ma le dinamiche effettive non furono mai completamente chiarite. Nel corpo dell’artista vennero trovate ingenti dosi di alcol e psicofarmaci. A tal proposito il fratello Rhett dice: “Il giorno prima del funerale andammo a rendergli l’estremo omaggio. Nella bara, Michael aveva un vestito di Vivienne Westwood. Gli misi una Marlboro Light in tasca perché mi chiedeva sempre sigarette. Più tardi Paula Yates, ultima compagna di Michael, mi disse d’avergli messo nell’altra tasca un grammo di eroina“. Paula Yates morì tre anni dopo per overdose.

 

About the Author
Marco Pipitone, fotografo presso il laboratorio fotografico del Centro Studi e Archivio della Comunicazione di Parma. Lavora come Dee Jay nei circuiti alternativi italiani: dal Fuori Orario di Reggio Emilia all’Estragon di Bologna. Da diversi anni è giornalista pubblicista e si occupa nello specifico del mondo musicale. Attualmente collabora con Gazzetta di Parma e Il Fatto Quotidiano per il quale cura un blog da lui ideato: “9 canzoni 9 … di Marco Pipitone”.

Leave a Reply

*

captcha *