La nona edizione della rassegna Il Rumore del Lutto si è inaugurata nella splendida cornice dell’Abbazia di Valserena (la Certosa di Paradigna) sede del Centro Studi Archivio della Comunicazione e centro museale di fama internazionale – ma è stata anche l’occasione per incontrare l’Ordine Nazionale dei Giornalisti con un Convegno sul tema del lutto e su come veicolarne la notizia giornalistica attraverso i media. Claudio Santini (Presidente dell’Ordine dei Giornalisti), insieme ai curatori della manifestazione, al fotoreporter Pasquale Spinelli e alla giornalista Mariagrazia Villa, hanno tracciato le coordinate per una comunicazione etica ed efficace delle informazioni.
Nel momento di apertura della rassegna l’Assessore alla Cultura Laura Ferraris ha speso parole importanti poiché il panorama culturale si ferma troppo poco a riflettere su questa tematica che tuttavia ci permette di vivere meglio la condizione esistenziale di ognuno. L’Assessore ha inoltre dichiarato che Il Rumore del Lutto è stato presentato tra i punti di forza di Parma per la candidatura a Città della cultura 2016.
L’intervento di Enrico Calestani, amministratore unico di Ade Servizi Srl, organizzatore della Rassegna 2015, ha posto l’accento sulla opportunità di vivere i giorni dei defunti in maniera più completa.

Le fotografie sono di Camilla Sarzi

About the Author
Maria Angela Gelati, storica, tanatologa e blogger de Il Fatto Quotidiano. Si occupa da oltre vent’anni di ricerca e sviluppo della tanatologia e da circa dieci di Death Education. Come docente collabora al Master Death Studies and the End of Life (Università degli Studi di Padova) e alla formazione professionale in ambito funerario, sanitario e scolastico. Tra le sue pubblicazioni: L'albero della vita (Mursia, 2015); Ci sono cose che (Diritto d’Autore, 2012); Scritture per un addio (Il Ponte Vecchio, 2008); All’ombra dei dolenti. Guida alla ritualità commemorativa fra tradizione e modernità (CSO, 2004).

Leave a Reply

*

captcha *