IRDL 2007Che cos’è la morte?

Che cosa dà senso alla vita umana?

Domande che da sempre sono oggetto degli studi dei filosofi, scienziati, religiosi, poeti, e di riflessione per tutti gli esseri umani.

La cultura, come insieme di tradizioni, credenze, comportamenti, attitudini, valori e rituali, caratterizza l’atteggiamento dell’uomo dinanzi alla vita, e, non meno, di fronte alla morte.

Dagli anni Cinquanta in poi, il maggiore interesse per la storia, l’antropologia, la sociologia, la psicologia e lo sviluppo di professioni legate alla ritualità e all’assistenza ai morenti, hanno cercato di dare una risposta agli interrogativi sulla fine della vita, venendosi così ad individuare un’area interdisciplinare, uno spazio scientifico-culturale che racchiude in sé i molteplici e differenti saperi sul tema della morte: la tanatologia.

Per pervenire alla conoscenza più ampia possibile dell’evento morte e collegare i diversi fenomeni che ne derivano, occorre intraprendere un percorso personale di crescita, di conoscenza e accettazione.

In occasione dell’anniversario del 2 novembre, giorno in cui si ricordano i morti nel calendario cristiano, il Rumore del Lutto, attraverso la figura di Pier Paolo Pasolini, uno dei più grandi intellettuali Italiani dello scorso secolo che in quello stesso giorno trovò la morte ad Ostia, ha avvicinato il pubblico alla morte, all’arte, alla vita.

PROGRAMMA

1 Novembre 2007

Ratafià di Europa Teatri, ore 22.00

A cura di
Maria Angela Gelati

Frammenti musicali
Marco Pipitone

Memoria storica 
Marco Adorni

Assenze e presenze
Pietro Presti

Con il Patrocinio di

Ratafià di Europa Teatri

Centro Studi Movimenti