Il Gala del Mistero

 In Arte, eventi, Musica, Recensioni

La metafora dell’amore tormentato che consumava il giovane Bottesini, ha guidato il viaggio alchemico che si è svolto nel parco del Castello della Musica di Noceto, all’interno del Gala del Mistero.

Ancor prima si è svolto presso la Sala Rossellini del Castello, alle ore 15 e 30, Irina Ionesco la fotografa del terrore piacevole. Incontri e proiezioni a cura di Martina Massarente e Mathias Mocci.
Evento in collaborazione con Gotico Digitale.

Avvolti da un suggestivo allestimento, fatto di pizzi e abiti ottocenteschi, siamo stati accompagnati dentro all’arcobaleno umano, partendo dal colore nero che simboleggia la morte.

Cinque tappe di colori ci hanno raccontato il cambiamento che avviene nell’animo umano, grazie alla narrazione storica, ma anche fantasiosa di questo amore struggente, utilizzato come metafora dell’elaborazione del lutto, della distanza tra esseri umani e del passaggio tra vita e morte.
Musica, prosa e poesia, per questa messa in scena, nella quale i protagonisti siete stati anche voi, seguendo tutto il percorso e contribuendo alla causa benefica correlata all’evento.
Il ricavato dell’iniziativa andrà infatti devoluto all’AIMA, Associazione Italiana Malattia di Alzheimer.
La giornata è stata realizzata in collaborazione con: Comune di Noceto, Associazione Silentia Luanae
• E grazie a chi ha lavorato alla riuscita dell’evento:
Maria Caruso-Benecchi
Tiziana Armonia Alessandra Azzone
Marco Guidorizzi
Erika Ferrari, NDC New Dance Club di Noceto
Emanuela Rizzo
Alessio Zanichelli
Fabio Miari e Il Chiacchierino sartoria teatrale
Clara Armani
Comune di Noceto
AIMA Parma
Videomaker Mathias Mocci per Gotico Digitale 
Photocorner by Alessandra Terzi
• Gli album al completo delle foto saranno pubblicati sulla pagina de Il Rumore del Lutto prossimamente.
Alcune anticipazioni le potrete trovare Qui, all’interno dell’evento Facebook.
Recommended Posts

Start typing and press Enter to search