2010La vita e la morte sono eventi necessari e caratterizzanti il ciclo della natura. Ne contraddistinguono gli aspetti contradditori e conflittuali dell’esistenza umana, esprimendo l’essenza stessa della vita: vita e morte infatti, come la luce ed il buio, fanno parte di un unico percorso, confluendo gli uni negli altri.

L’esperienza distruttiva della morte taglia e separa ciò che sembrava indissolubile ed eterno. Gli affetti, scontati e prevedibili, vengono meno e la frattura non preannunciata di quel continuum ingenera caos e scompiglio. La mancanza di orientamento che ne deriva fa apparire la situazione conseguente alla perdita come nuova, sconosciuta, alla quale sembra difficile dare un senso.

La ricerca di un approdo, dove poter stare con il senso di perdita ed affrontare l’esperienza della morte, può allora divenire un momento necessario per comprendere la vita e le difficoltà a cui l’umanità deve rassegnarsi.

La natura dell’essere vivente induce a considerare l’ombra sgradevole della perdita come l’aspetto meno visibile della luce, ma imparare a gestire, col tempo e con gli errori, esperienze emotive altalenanti e contrastanti, significa comprendere ed accettare la luminosità della vita.

PROGRAMMA

30 Ottobre – 2 Novembre 2010

30 Ottobre

Sala convegni, Pinacoteca Stuard, ore 11.00
Il Rumore del Lutto 2010: La luce
Presentazione dell’ iniziativa a cura di Maria Angela Gelati e Marco Pipitone

ore 11.15
Una luce nel lutto. I gruppi di auto mutuo aiuto.
Incontro con Giovanna Bacchini, Nicola Ferrari, Denis Saccani

Salone ex Borsa merci, Camera di Commercio, ore 16.30
Scritture di luce
Incontro con Lucia Miodini

ore 18.00
Di luce in luce Inaugurazione collettiva d’Arte

31 Ottobre

Auditorium, Istituto Maria Ausiliatrice delle Salesiane di S. Giovanni Bosco, ore 10.00
M’illumino d’intenso
Laboratorio emozionale con Franca Tragni

1 Novembre

Teatro del Cerchio, ore 17.00
Icaro e la Falena
Spettacolo con Loredana Scianna, Mario Mascitelli

2 Novembre

Oratorio Novo della Biblioteca Civica, ore 16.30
Archivi di Vita
Incontro con Lorenzo Fenoglio, Valentina Vaio
Introduce Giorgio Vecchio (Università degli Studi di Parma)
Letture di Adriano Engelbrecht

Cinema d’Azeglio d’Essai, ore 21.00
Il tempo che resta di François Ozon
Introduce Annalisa Chiesi

PATROCINI

Comune di Parma, Assessorato alla Cultura

Pinacoteca Stuard

Camera di Commercio Parma

Istituto Maria Ausiliatrice delle Salesiane di S. Giovanni Bosco

Teatro del Cerchio

Istituzione Biblioteche di Parma

Memoro, la Banca della Memoria

Cinema d’Azeglio d’Essai